Molte delle paure infantili vengono superate spontaneamente, ma se vostro figlio ha una paura che dura da tempo o che influisce molto sulla vita di tutti i giorni o nei rapporti con gli altri, ecco alcune idee per aiutarlo a superarla.

-Siate calmi e sicuri di voi. L’ansia può essere contagiosa.

-Evitate di rassicurarlo in maniera eccessiva, potreste convincerlo che c’è veramente qualcosa da temere. L’iperpretozione non favorisce la formazione del coraggio.

-Parlando troppo spesso davanti a lui di paure o fobie potreste aggravarle; meglio quindi evitare che vi ascolti quando parlate di questi argomenti con altri.

-Se è di un oggetto, di un animale o di uno spazio (p.e. una zona dei giardini pubblici) che vostro figlio ha paura, avvicinatelo insieme lentamente, in tappe e tempi successivi. Ogni tappa deve essere abbastanza facile da poter essere superata: essa non deve suscitare che una leggera ansietà.

-L’esempio o modellaggio è importante. Se, ad esempio, sono gli insetti l’oggetto della paura, vedere che essi possono passeggiare sul vostro corpo (o di un’altra persona che il bambino ammira) senza che voi diate segni di disagio, può portare ad un cambiamento positivo: questo può non essere immediato ma avvenire di lì a qualche tempo. I bambini, infatti, ripensano spesso a ciò che hanno visto, sopratutto se ne sono stati colpiti.

-Si può anche giocare a “far finta” di non avere paura e in questo modo affrontare insieme, scherzando, l’oggetto della paura. A volte questa strategia non funziona granché, altre volte invece dà risultati sorprendenti!

-Con i più grandicelli può funzionare un altro metodo: quello di chiedere di trovare tutto ciò che può essere associato in qualche modo alla paura (fotografie, frasi scritte, tracce, ecc.) e, se è possibile, di fare una collezione o un album o un disegno sul tema.

-Si può anche aiutare il bambino a rilassarsi (decontrarre i muscoli, ascoltare una musica dolce, concentrarsi sul tic-tac dell’orologio, ecc.) e quando è tranquillo chiedergli di immaginarsi mentre fa qualcosa per superare la sua paura.

Qualunque sia il metodo che usate con vostro figlio ricordatevi che anche se possono sembrare molto resistenti, le paure infantili sono, in realtà, più effimere e instabili di quelle degli adulti e quindi anche più facili da trattare.

Da

http://www.annaoliverioferraris.it

Lascia un commento